HOYA KERRII_I Giardini di Ellis

HOYA KERRII: la pianta con le foglie a forma di cuore

la Hoya kerrii è originaria dell’Asia, esistono in natura oltre 200 specie di Hoya, ma la kerrii è particolarmente amata per la sua foglia a forma di cuore ed è infatti chiamata “Lucky-heart Plant” spesso regalata dagli innamorati in piccoli vasetti che contengono un’unica foglia.

La bellezza della sua fioritura è leggendaria ma le Hoya sono molto apprezzate anche per la forma, la carnosità e la lucentezza delle loro foglie.

HOYA KERRII_I Giardini di Ellis

Come prendersi cura della Hoya kerrii?

LUCE: le Hoya in generale necessitano luce intensa ma meglio proteggerle dal sole diretto delle ore più calde. In Italia Hoya kerrii vive bene anche all’esterno nelle zone dai climi più miti, questo favorisce anche fioriture più abbondanti.

ACQUA: necessità un po’ di attenzione, teme i marciumi ma anche l’eccessiva secchezza. È bene mantenere il terriccio sempre lievemente fresco e umido. Si coltiva bene anche in semi-idrocoltura.

HOYA KERRII_I Giardini di Ellis

TERRICCIO: la Hoya kerrii preferisce terreni sabbiosi e ben drenanti. L’ideale sarebbe partire da una buona base fertile ed aggiungere al mix sabbia o inerti tipo perlite in modo che l’acqua non ristagni.

SUPERPOTERI: si può propagare anche da una foglia, anche se non sempre si riesce ad aver successo. Spesso, la Hoya kerrii, viene venduta in piccoli vasi con un’unica foglia, per ottenerne una pianta occorre di solito liberare le sue radici dalla gabbietta di sfagno che comprime le radici e ne blocca lo sviluppo, posizionare la foglia in orizzontale in modo che la nuova gemma sia maggiormente favorita a svilupparsi.

CURA: in natura è una rampicante, cresce più veloce e felice se le si offre un supporto. Al contrario può essere coltivata anche in un vaso appeso come ricadente. Fiorisce ogni anno dagli stessi punti, quindi meglio non staccare i fiori per non perdere il peduncolo.

CURIOSITÀ: le Hoya prendono il loro nome da Thomas Hoy, giardiniere del duca di Northumberland ma sono molto spesso dette fiore di cera per la bellezza “quasi finta” dei loro fiori. Nel linguaggio dei fiori rappresentano la bellezza scultorea.

 

Vuoi tenere sempre con te le informazioni più utili per la cura delle tue piante d’appartamento?

Colleziona le schede del Plant Focus.

Ogni mercoledì sul blog ne pubblico una nuova!

Le immagini di questo articolo sono tratte dal web.

Alice Delgrosso
info@igiardinidiellis.it

Sono Ellis, Plant Designer e Terrarium Artist e Plant Trainer. Aiuto le persone a scegliere le piante giuste per i loro ambienti e a prendersene cura.